Progetto INAIL “Processiamo la Sicurezza”

Premessa

“ Processiamo la Sicurezza”, è un progetto finanziato dall’INAIL Piemonte, finalizzato alla realizzazione di un innovativo modello di gestione, che ha come obiettivo principale quello di agevolare e promuovere , presso le aziende, l’adozione di buone pratiche organizzative e tecniche, finalizzate a fornire supporto operativo e funzionale nella implementazione di Sistemi di Gestione per gli adempimenti richiesti dalla D.lgs. 81/08.  Il progetto si propone di agevolare e promuovere, presso le imprese l’adozione di un più efficace modello organizzativo, basato un su una logica di gestione per “Processi “, attraverso l’uso di un sistema BPM (Business Process Management) in grado di implementare strategie di miglioramento continuo, ponendo, particolare attenzione all’esigenza di favorire ed orchestrare una gestione collaborativa delle risorse.

Il progetto è stato proposto dalla Confindustria Canavese e sostenuto da API Torino SPRESAL ASLTO4, ed ha coinvolto alcune aziende localizzate nel Canavese che hanno avuto il compito di partecipare alla fase di realizzazione, ottimizzazione e di validazione sul campo del modello di gestione.

Il progetto “Processiamo la Sicurezza” è il frutto di un lavoro interdisciplinare che ha visto impegnati esperti della consulenza in ambito della sicurezza sul lavoro e da esperti nell’ambito ICT, che hanno svolto una analisi delle problematiche che le aziende si trovano quotidianamente ad affrontare, sia nell’applicazione della normativa obbligatoria in materia di sicurezza sul lavoro, sia nello sforzo per garantire livelli di sicurezza sempre migliori.

I problemi evidenziati dall’analisi, sono soprattutto di tipo operativo e sostanzialmente riconducibili a difficoltà di pianificazione delle attività, scarsa comunicazione e condivisione tra le diverse unità organizzative, perdite di tempo nel ricercare o trovare informazioni esistenti, difficile monitoraggio dello stato di avanzamento dei processi, generalmente gestiti in modo manuale e con il supporto di strumenti di produttività individuale ( Word, Excel etc.). Il limite più evidente è dato dalla percezione, piuttosto diffusa da parte del management aziendale, che gli adempimenti richiesti dalle normative in materia, sono spesso considerate attività burocratiche che penalizzano le attività operative rivolte alla gestione del core business.

Obiettivi del Progetto

Il progetto ha l’obiettivo di semplificare in generale, la complessità di gestione degli adempimenti, attraverso l’ottimizzazione dell’operatività per gli utenti, riducendo l’impegno di tempo delle risorse coinvolte e dei costi nelle fasi di esecuzione e monitoraggio dei processi operativi.

La finalità del progetto è mirata soprattutto a realizzare e rendere disponibile per le Aziende, una completa libreria di casi d’uso e Processi standard riutilizzabili, disponibili anche in codice sorgente aperto XML standard, per la gestione della D.lgs. 81/08, che siano adattabili e personalizzabili alle particolari esigenze di qualsiasi organizzazione, consentendo in tal modo di ridurre drasticamente i tempi ed i costi necessari per l’analisi e la definizione il disegno e l’ottimizzazione dei processi, che costituisce l’onere e l’impegno maggiore nella realizzazione di un modello di gestione.

Per la realizzazione formale del modello è stata utilizzata la soluzione “Free” Keystone-BPM che consente di disegnare ed ottimizzare un flusso di lavoro, al fine di attuare una gestione collaborativa dei processi di business rendendoli completamente integrati e automatizzabili. La soluzione Keystone BPM è un componente del modello stesso e pertanto sarà rilasciato gratuitamente alle aziende che intendono adottarlo, al fine di consentirne la personalizzazione e l’adattamento del modello alle specifiche esigenze di ciascuna azienda.

Modello realizzato

L’attività di definizione dei processi è stata strutturata seguendo il medesimo ordine logico della linea guida UNI-INAIL-2001, fornendone un’interpretazione ed una trasposizione pratica, corredata di flussi delle attività (Processi) e della relativa  “base dati”.

Il modello di gestione implementato nel progetto “Processiamo la Sicurezza “ è stato strutturato secondo una sequenza di processi. Per ciascun processo oltre a definirne, titolo, scopo, campo di applicazione, proprietario, si è proceduto a disegnare e descrivere il flusso grafico delle attività, che integrano le istruzioni di lavoro di carattere gestionale ed operativo, le prescrizioni legali e normative applicabili alle aziende del settore, ad individuare schematicamente i pericoli in correlazione ai processi lavorativi di interesse, a definire le responsabilità al di là degli obblighi di legge.

Per ogni attività contenuta nel processo si è proceduto pertanto a fornire le istruzioni operative per la risorsa che esegue l’attività; ruoli e responsabilità, delle diverse figure aziendali coinvolte nelle attività di ogni processo; documentazione di riferimento; indicatori di prestazione, che misurano l’efficacia dell’attività/processo.

Risultati conseguiti

Il progetto “ Processiamo la Sicurezza” comprende circa 65 processi operativi, specifici per la gestione completa ed integrata del D.lgs. 81/08 in materia di S&SL ed un “data base”, per la gestione dei dati relativi ad adempimenti, rischi, audit, non conformità, sorveglianza sanitaria, formazione, DPI, prodotti pericolosi etc..

Il modello di organizzazione e gestione realizzato si è dimostrato, in fase di utilizzo sul campo, uno strumento pratico, in grado di rispondere ai bisogni delle aziende, fornendo un supporto tecnologico e metodologico, in materia di sicurezza sul lavoro, di facile applicazione e poco oneroso, in termini di impegno delle risorse dedicate all’ attuazione e manutenzione  nel tempo del sistema.

Il modello sviluppato consente di implementare un sistema di gestione capace di rendere efficace ed economicamente sostenibili tutte le attività che all’interno di una azienda sono necessarie per misurare e garantire il rispetto dei requisiti normativi e regolamentari, valutare gli effetti di eventuali inadempienze e individuare ed attuare misure di contenimento dei relativi rischi aziendali, riducendo i costi di gestione ed eliminando i controlli ridondanti.

In base a quanto rilevato a seguito della sperimentazione sul campo, il modello realizzato offre diversi vantaggi ed interessanti opportunità che in sintesi si traducono in :

  • Rispetto della conformità richiesta dalle norme con diminuzione dei rischi di sanzioni amministrative e penali (corretta gestione degli adempimenti e acquisizione di documentazioni e certificazioni obbligatorie di legge );
  • Miglioramento dell’efficienza, dell’efficacia e della produttività dell’organizzazione nel suo complesso con riduzione del rapporto costi/benefici degli investimenti in SSL;
  • Semplificazione dei controlli per la verifica dell’applicazione dei processi adottati per valutare eventuali inadempienze e individuare ed attuare misure di contenimento, correzione e prevenzione;
  • Miglioramento del benessere organizzativo e dell’immagine interna e esterna dell’azienda;
  • Integrabilità con ulteriori sistemi di gestione ed in particolare con i sistemi di gestione qualità (ISO 9001), Sicurezza ( OH SAS 18001- Dlg. 231) ed ambientale (ISO 14001);
  • Riduzione dei premi assicurativi;